"Il teatro è vita"- Intervista a Ida Goglia

Ieri, al nostro secondo giorno di alternanza scuola/lavoro, noi come gruppo che si occupa del teatro abbiamo finalmente intervistato Ida Goglia, responsabile organizzativa delle rassegne teatrali di Portoferraio e direttrice artistica del Teatro dei Vigilanti. Ida con la sua passione ha risposto a tutte le nostre domande e curiosità, mentre fra noi c'era chi registrava, faceva foto o prendeva appunti. Ci racconta che gli spettacoli vengono scelti dall’Amministrazione Comunale, dall'assessore alla Cultura, dall’ufficio programmazione di Fondazione Toscana Spettacolo e da lei in persona. Loro, in base alla fascia d’età degli spettatori, insieme ad una accurata analisi del territorio, scelgono spettacoli che rispettino i gusti del pubblico. Inoltre si cerca di proporre alcune rappresentazioni diverse dal solito per incuriosire o per testare quale altro genere possa piacere agli isolani. L'obbiettivo è anche quello di stimolare la curiosità e il desiderio di andare a teatro nelle fasce d'età che non sono solite frequentarlo, come noi ragazzi, più grandi e più piccoli, e le famiglie. Questi spettacoli vengono inseriti, secondo i criteri che abbiamo già elencato, in una programmazione teatrale invernale che si rinnova annualmente. Ida Goglia ci ha trasmesso il suo amore per il teatro sostenendolo fortemente. Infatti sostiene che durante le rappresentazioni si crea un rapporto umano, d’emozione, tra il pubblico e gli attori.

Raccontandoci tutto questo ci ha trasmesso forti emozioni trascinandoci direttamente in mezzo alla platea. Quest’ultimi infatti percepiscono tutto ciò che accade in platea creando un rapporto vivo, uno scambio di energia. "Il teatro è una scatola viva dove si raccontano idee!" ci dice Ida, ci ha fatto capire che non è come stare dietro ad uno schermo, il pubblico è coinvolto in prima persona e c'è uno scambio continuo di emozioni, da persona a persona e non un flusso univoco, come quello da un essere umano ad un computer. Inoltre ci ha spiegato qualche caratteristica tecnica del nostro teatro, di origine Napoleonica e, nonostante le sue dimensioni, ha forti potenzialità da mettere in mostra: "Il Teatro Dei Vigilanti non nasce per la prosa, ma per la musica, e, pur essendo piccolo, cerca di fare il meglio con le sue caratteristiche tecniche." L'incontro con Ida è stato pieno di emozione ed ha centrato in pieno l'obiettivo di trasmetterci l'amore per ciò che fa e di farci incuriosire sul mondo del teatro! I video dell'intervista:


Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • SoundCloud App icona
  • Icona App Instagram
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square