Il cambiamento sta arrivando!

Questa coraggiosa quindicenne (affetta dalla sindrome di Asparger) ogni venerdì invece che andare a scuola si reca davanti al parlamento svedese protestando contro i cambiamenti climatici con un semplice cartello con scritto "Skolstrejk för klimatet" ovvero, "sciopero scolastico per il clima".

Con il tempo lei non si è arresa ed ha continuato mandando sui social lo slogan #frydayforfuture.

Verso dicembre del 2018 Greta ha partecipato al COP24 (ventiquattresima conferenza sul clima) che si è svolta in Polonia a Katovice. In questa conferenza fa un discorso molto importante dove sottolinea la gravità della situazione. Affermando:

"che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza, basta volerlo anche se sarà scomodo...vogliamo andare avanti con le stesse idee che ci hanno portato in questo disastro, non penso. La civiltà viene sacrificata per dare la possibilità a una piccola cerchia di persone di continuare a fare profitti, la biosfera viene sacrificata per far sì che le persone ricche in Paesi come la Svezia possano vivere nel lusso.

I vostri figli quando sarete grandi vi chiederanno come mai non avete fatto niente quando era ancora il tempo di agire, dite di amare i vostri figli più di ogni altra cosa ma state rubando il loro futuro dai loro occhi.

Se vogliamo risolvere il problema non dobbiamo aspettare che i leader se ne occupino...tanto ci hanno ignorato in passato e continuerete a ignorarci. Voi non avete più scuse e noi abbiamo poco tempo." Greta è qui per farci capire che il cambiamento sta arrivando.

Anche gli studenti elbani, sensibili al surriscaldamento globale, decidono di partecipare al movimento, ormai diventato mondiale, di Greta Thunberg. Poiché i cambiamenti climatici porterebbero gravi danni ai settori agricolo e turistico (risorse di cui necessita l'isola), i giorni mercoledì 13 e giovedì 14, vi saranno dei flashmob dal significato simbolico, indirizzati ad attirare l'attenzione degli adulti e non solo.

Mercoledì all'interno degli istituti, i corridoi saranno addobbati con foto, cartelloni, e articoli di giornale a tema, mentre giovedì ogni ragazzo porterà delle bottiglie di plastica in modo tale da cospargere il pavimento.

L'apice di questo movimento studentesco si sostanzierà nel giorno venerdì 15, a partire dalle ore 15, in Piazza Cavour vi sarà la manifestazione vera e propria.

Gli studenti sperano che anche la popolazione partecipi a questo movimento.


Featured Posts
Recent Posts
Archive
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • SoundCloud App icona
  • Icona App Instagram
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square